CORO DI VOCI BIANCHE

"BRAVO"

 

LABORATORIO ARTISTICO DI “ACCADEMIA”

 

“I GIOCATTOLI ME LI COSTRUISCO DA SOLO”

Il Laboratorio musicale  si rivolge a tutti i bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni che amano cantare  e vogliono imparare a farlo; prevede un Corso di canto per voci bianche, tenuto da Tamara Knel,  la quale ha conseguito il Diploma di “Canto corale e Direzione di coro”  presso il Conservatorio di Vilnius e la Laurea in “Musica e Musicologia” presso l’Università ”Sorbona” di Parigi."

 

Le lezioni si svolgono il sabato, hanno una durata di 45 minuti e prevedono:

 

- esercitazioni per lo sviluppo dell’apparato respiratorio

- esercitazioni sulla dizione ed articolazione dei suoni

- giochi vocali

- vocalizzi elementari per il riscaldamento della voce

- studio del repertorio,  prevalentemente popolare, adatto all’età, scelto valorizzando gli interessi, i gusti e le potenzialità vocali degli allevi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finalità del Corso:

 

- apprendere le basi della corretta respirazione;

- sviluppare le competenze vocali ed affinare il controllo sull’emissione dei suoni;

- imparare la coordinazione tra voce, intonazione ed eventuale movimento scenico;

- educare i bimbi a cantare insieme.

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per una maggiore completezza dello studio, vengono proposte attività  ludiche finalizzate  sia all’apprendimento dei diversi valori delle note che all’affinamento dell’orecchio musicale e del senso del ritmo.

L’ attività corale non solo offre degli stimoli per lo sviluppo del linguaggio e della musicalità nel senso più completo del termine,  ma procura al bambino anche il piacere di condividere con gl’altri l’emozione del cantare insieme.

 

 

 

Le lezioni sono tenute da Oksana Anatol'evna Bezhenar', una delle nostre docenti con le maggiori qualifiche. Oksana Bezhenar' si è diplomata presso la scuola di belle arti e ha una laurea in pedagogia conseguita nella città di Bender, dove si è specializzata come responsabile di laboratorio di arti figurative. Oksana ha ottenuto molti premi in concorsi regionali di disegno e ha più volte vinto il concorso “Design del bouquet”. Inoltre, cuce vestiti e inventa costumi da Carnevale per i bambini. Nell'estate del 2012 ha organizzato un laboratorio artistico presso il Centro Estivo di “Akademija” sul lago d'Iseo. E' membro del comitato organizzativo del concorso internazionale “L'enciclopedia multimediale delle fiabe”. (http://belca.islu.ru/course/view.php?id=121)

 

Il laboratorio artistico è frequentato da bambini di età compresa tra i 4 e i 10 anni, suddivisi in gruppi da 4 a 6.  Le lezioni si tengono una volta alla settimana, il sabato pomeriggio, e hanno una durata assolutamente flessibile, che varia tra i 45 e i 60 minuti. 

 

ATTIVITA’ PRINCIPALI DEL LABORATORIO DI                             ARTI FIGURATIVE:

 

• insegnare la tecnica del disegno ai principianti assoluti;

• scoprire le capacità artistiche di ciascuno;

• sviluppare il linguaggio del bambino.

 

Ogni lezione è suddivisa in due parti: la prima è dedicata alla storia dell'arte, dalle pitture rupestri fino ai giorni nostri (abbiamo in progetto la realizzazione di un libro virtuale), la seconda invece,  al disegno vero e proprio.

 Le lezioni sono studiate in modo da renderle una sorta di incontro con la fiaba e la magia; la prima parte si svolge sotto forma di gioco e con un immancabile accompagnamento musicale.  Durante ogni incontro vengono presentati quadri di pittori russi e il bambino viene coinvolto in maniera attiva nell’analisi delle opere d'arte. Nella seconda parte della lezione i bambini hanno modo di sperimentare alcune tecniche di disegno non tradizionali: il disegno con la china, il monotipo, il frottage, il disegno col dito su carta umida (in questo caso ciò che si ottiene sono colori dai toni pacati e “delicati”). I bambini impareranno a disegnare con gessetti colorati su carta umida, con tamponi e stampi, con i palmi delle mani e i pugni, con fili e spazzolini da denti, con  carta appallottolata e gommapiuma... In poche parole, con tutto ciò che permette di lasciare un segno.

 

                                    OBIETTIVI:

 

• far conoscere le opere dei pittori russi;

• fare in modo che i bambini imparino a concentrarsi su un determinato quadro e siano in grado di interpretarlo;

• arricchire il vocabolario dei bambini;

• sviluppare la capacità di argomentare e ragionare su un determinato tema, formulando i propri pensieri a voce alta in russo.

 

Quante volte nel corso della giornata sentiamo i nostri bambini pronunciare  parole come “voglio, comprami, dammi”. E se ottengono ciò che hanno chiesto, ecco che dopo 5 o, magari, 50 minuti, se ne sono già scordati e chiedono una cosa nuova. Come se non bastasse, al nostro rifiuto segue da parte loro un'insistenza ancora maggiore, accompagnata da preghiere e spiegazioni per veder soddisfatti i propri desideri. I bambini vogliono che noi compriamo loro giocattoli, che li  facciamo contenti, che giochiamo con loro. Esaudendo continuamente i loro desideri, però, priviamo i nostri figli della cosa più importante, quella che distingue l'uomo da tutti gli altri esseri della Terra: la creatività, la gioia di costruire e di comprendere l'essenza delle cose. Per regalare ai bambini questa felicità è necessario, innanzitutto, organizzare correttamente la loro attività, dandogli la giusta direzione.

 

VENITE A TROVARCI PER UNA PROVA!

 

I bambini di 4-5 anni possono venire con la mamma,  mentre quelli del gruppo di avviamento alla scuola e i bambini delle elementari possono già lavorare autonomamente.

Il primo quadrimestre  viene dedicato alla preparazione di un giocattolo “funzionale”. Di cosa si tratta?  E' un'attività coinvolgente, che continuerà ad essere tale  anche dopo che l’avremo portata a termine. Non è un voler trovare a tutti i costi la bellezza o un significato particolare ai maldestri tentativi del bambino, che, il più delle volte, taglia male, attacca di traverso e colora a casaccio. Non dobbiamo sentirci obbligati a commentare con un falso: “Che bello!” Anche se il bambino ha ritagliato e incollato storto, anche se non ha colorato benissimo, la cosa importante è che il giocattolo FUNZIONA! Lo si può usare! E l'ho fatto “IO”!!! Questa cosa è veramente fantastica. Ho visto l’emozione dei bambini che dopo 10 giorni andavano incontro ai loro papà e facevano veder loro con orgoglio i “loro” giocattoli (dove sono, invece, dopo 10 giorni i giocattoli che avete comprato voi?).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non voglio dire niente riguardo allo sviluppo del linguaggio durante un'attività come quella appena descritta. Ogni genitore sa che se si esercitano mano e cervello si sviluppa anche il linguaggio. Ebbene, prendiamo le forbici, i cartoncini, il fil di ferro, le cordicelle e altro materiale indispensabile, mettiamoci in cerchio coi nostri bambini e dedichiamoci all'attività più importante per loro in questo periodo della loro crescita.

FINALITA’ DEL LABORATORIO

         

1. Insegnare a disegnare la figura umana con abbigliamento di vario tipo, trasmettere i movimenti più semplici;

2. Dare le prime nozioni di contrasto e colore, insegnare a distinguere i toni caldi da quelli freddi;

3. Sviluppare nel bambino la capacità di trasmettere col disegno gli stati d'animo (allegria, tristezza) e l'espressione del viso (paura, sorpresa);

4. Insegnare a utilizzare i diversi strumenti compositivo-espressivi: posizionare il nucleo compositivo al centro del disegno, distinguere il primo, il secondo piano e lo sfondo;

5. Insegnare un corretto utilizzo delle matite colorate allo scopo di ottenere colori di diversa intensità e tratti di vario genere;

6. Aspetto fondamentale è, ovviamente, essere appagati non solo dal risultato, ma provare piacere durante tutto il percorso creativo!

 

                                                                                        

Svetlana Minayeva © 2014-2017